Silvia Petrone

da | 9 Lug, 2019

Nasce e vive  a Roma dove frequenta il liceo artistico Silvia è creava, curiosa ed estrosa soprattutto per la scelta dei colori. “Ho iniziato il mio viaggio nell’arte da quando ero bambina, disegnavo in continuazione e qualsiasi cosa, fino ad arrivare poi a concentrarmi su piccoli figurini e personaggi di fumetti. Ho sempre amato i colori sotto ogni loro sfumatura e i miei piccoli scarabocchi e disegni avevano sempre un tocco colorato. Infatti al primo anno di liceo una professoressa di pittura ci fece sperimentare la tecnica di Pollock e quando vide il mio lavoro, mi guardò sorpresa dicendomi: «Hai l’anima colorata!» Le sue parole furono una conferma che quella era la mia strada”.

Come nasce la tua passione per la moda ? “Fin dalla tenera età. Mi ricordo che amavo disegnare e i miei genitori mi regalarono il gioco da tavola ‘Gira la moda’, passavo i pomeriggi interi a casa a giocarci, disegnando e cambiando ogni volta le combinazioni di abiti. Da lì in poi non ho mai smesso di disegnare piccoli figurini. Anche le mie influenze artistiche sono iniziate da bambina, con la Disney e gli Anime Giapponesi, quando vedevo su quei personaggi abiti fantastici e originali. Adesso uno dei miei idoli nel mondo della moda è Elsa Schiaparelli e nel mondo dell’arte Gian Lorenzo Bernini”.

Stone Design?  Per me questa capsule è una grande sfida e un’opportunità di confronto con il mondo esterno a quello accademico e universitario. Questo progetto mi ha permesso di acquisire competenze in più e avere la consapevolezza di come sia lavorare per accontentare una richiesta esterna. La mia ispirazione è partita dai cristalli, adoro questi minerali e da lì ho preso le forme da cui trarre la grafica del mio progetto, aggiungendo ovviamente un tocco colorato”.

Quali sono i tuoi sogni? “Ne ho così tanti…Diciamo che oltre al mondo della moda ho sempre amato quello della scrittura, del canto e delle lingue straniere. In primis sogno di fare quante più esperienze possibili, poi mi piacerebbe mettermi in proprio in questo campo ma continuare a coltivare anche tutte le altre mie passioni. Mi piacerebbe anche mettermi in gioco nel mondo del canto, della scrittura e chissà…magari diventare un’influencer su un ambito specifico che mi appassiona e che amo”.