Mattia Bigari

da | 9 Lug, 2019

Nato a Roma nel 1997 e neolaureato in fashion design all’Accademia Italiana di Roma, l’arte è un elemento centrale nella vita di Mattia sin da quando è bambino. “Una fascinazione che sento da sempre tanto da dedicare la maggior parte del mio tempo ai disegni che poi riponevo nei cassetti dei miei nonni e dei miei genitori, quasi riempiendoli”, racconta Mattia.

L’arte diventa anche la sua principale fonte di ispirazione: “In particolare modo quella classica, dalla tipologia di tecnica usata, al colore fino al soggetto rappresentato, emergono significati che vanno oltre la semplice rappresentazione per cogliere la visione di quei tempi ricreando un contatto diretto con il passato”.

Il parallelismo è semplice: “Per me fare moda significa fare arte, far risaltare le caratteristiche uniche del soggetto, come se fosse un quadro unico nel suo genere”.

Qual è il tuo concept di Stone? Stone è una materia plastica che, nonostante la sua struttura naturalmente rigida e pesante, può assumere forme fluide e leggere”.

Sogni per il futuro? “Vorrei fondare un mio brand e di lasciare un’ impronta nel campo della moda”.