Camilla Rizzolo

da | 15 Ott, 2019

“La moda è la forma di comunicazione immediata, popolare e diffusa”. E’ questa la definizione per Camilla Rizzolo, Fashion Stylist per Vogue Japan che aggiunge: “Quello che si indossa è la prima cosa che guardi di una persona, è quello che identifica..Insomma la moda è la forma più potente di comunicazione”.

Fin da bambina Camilla ama l’arte, la cultura e l’estro. Mentre studia al liceo linguistico chiede a sua madre di partecipare all’Open Day dell’Istituto Marangoni che ha poi frequentato trasferendosi a Milano. “Nonostante stessi vivendo il sogno tanto desiderato, non mi sentivo appagato e cercai uno stage ed altre opportunità perché è nella mi indole volare alto”.

Camilla ama i fiori e i colori anche se non ha uno stile definito: “Dipende dal giorno e dal mood, amo modificare continuamente i miei vestiti”.

Con un contratto a Vogue Japan da giovanissima e un futuro glorioso tutto da scrivere, Camilla tiene molto a sottolineare le sue origini: “Sono molto attaccata alle mie radice del sud, precisamente Salerno.. mio padre e mia nonna mi hanno insegnato l’umiltà e moltissimi altri valori che nel mondo della moda spesso vengono dimenticati. Non sempre mi piace chi frequenta il mondo della moda e, pur amando il mio lavoro, sono sempre rimasta umile nonostante sia già in una buona posizione lavorativa”.

Il rapporto con i social? Con Instagram il tempo e lo spazio si sono annullati creando un cambiamento nelle nostre vite. In generale penso che sia una bella vetrina perché essere utenti attivi genera molte opportunità”.

Sogni nel cassetto? “Arrivare alla vetta più alta di quello che può essere una stylist. Ad esempio essere a capo di una rivista a New York ma da qualche mese è subentrato anche il pensiero di una persona accanto che mi voglia bene…di una famiglia insomma…”.