Asja Bertini

da | 30 Lug, 2019

Diciannovenne di Civitavecchia, fin da piccola Asja ha avuto la passione per il mondo della moda, tanto da decidere di intraprendere questo percorso alle scuole superiori frequentando un istituto professionale di moda. Continua la sua strada con gli studi in fashion design all’Accademia italiana grazie al sostegno dei suoi genitori.

“Non ricordo un particolare periodo in cui ho iniziato ad appassionarmi per il mondo della moda, probabilmente è stato da piccola quando passavo le intere giornate a realizzare, con tutto quello che avevo, vestiti per le mie barbie”, racconta Asya. “ È stata una passione che col tempo è andata sempre più ad ingrandirsi al punto di portarla avanti con costanza e il massimo dell’impegno”.

La capsule Stone design “E’ per me una grande opportunità per comunicare l’importanza che ha la determinazione nel portare avanti i propri pensieri, progetti e sogni. Per questo motivo ho deciso di raffigurare tre persone con la testa di pietra che danno così l’impressione di essere convinte delle proprie idee. Un aspetto che ritengo essere molto importante nella vita di tutti i giorni: avere un sogno e fare il possibile per esaudirlo”.

A proposito di sogni, cosa ti aspetti dal futuro? “Vorrei fare un’esperienza fuori dalla mia città e fuori dall’Italia, sono sempre stata affascinata da Londra e finiti gli studi mi piacerebbe trasferirmi li. Vorrei anche trasformare quelle che attualmente sono le mie passioni in lavoro, e diventare una ricercatrice di tendenze”.